Get to know: Magheia Cosmetics

Magheia Cosmetics

Magheia Cosmetics

Se questo nome non vi suona familiare non temete, non c’è bisogno di correre a tagliare il vostro patentino di beauty addict né di correre a cercare la roccia sotto la quale temete di aver vissuto. Magheia Cosmetics è infatti un marchio nuovo nel panorama del make-up italiano e sta iniziando a muovere i primi passi proprio in queste giornate di timida primavera.
Con un nome tanto evocativo quanto antico (μαγεία, magia per gli amici del Peloponneso) Magheia nasce come un brand tutto made in Italy e ‘natural oriented’, volto quindi a ricercare soluzioni ecocompatibili tanto nella formulazione dei prodotti quanto nella realizzazione delle confezioni (oggi tutte in cartone resistente all’acqua).
Al momento la proposta è limitata a due sole linee, quella degli ombretti Oktagon e quella dei rossetti Paris.

Oktagon Eyeshadows

La linea Oktagon è composta da otto ombretti, disponibili sia in versione refill che in versione mono con un grazioso packaging ottagonale. Le cialde hanno lo stesso diametro di quelle degli ombretti Nabla, quindi più grandi di quelle MAC e più piccole di quelle Neve Cosmetics. Il fondo è metallico, infatti l’azienda propone anche una palette magnetica in cartone nella quale calzano quattro refill.
Piccola nota. Sul retro delle cialde non è riportato il nome della colorazione che è invece presente sull’adesivo che chiude la confezione in cartoncino nella quale sono vendute, quindi se ci tenete a chiamare i vostri ombretti per nome assicuratevi di trasferire l’etichetta sulla cialda prima di gettare via la confezione!

Magheia Cosmetics
Magheia Cosmetics

INCI

Talc, Mica, Squalane, Diisopropyl Sebacate, Zinc Stearate, Silica, Capryloyl Glycine, Undecylenoyl Glycine, Caprylic/Capric Triglyceride, Tin Oxide, Hoya Lacunosa Flower Extract. MAY CONTAIN (+/-) Ci 77891, Ci 77491, Ci 77007, Ci 77742, Ci 77510, Ci 77499, Ci 15850, Ci 7749.

Magheia Cosmetics Oktagon Eyeshadows Swatches

Otto colori dunque, con un finish che va dal satinato al frosty shimmer.
La polvere è molto pressata nella cialda, quindi la texture è sottile ma non morbida. Ne consegue che anche la scrivenza non è altissima e il colore va costruito per raggiungere l’intensità che mostra nel pan.
Avete mai provato ombretti come Lilac Wonder o Zoe di Nabla? Ecco, le caratteristiche sono molto simili. So che non tutti amano questo tipo di formula e che in molti preferiscono texture più cremose al tatto e all’applicazione, ma non è il mio caso. Trovo che ombretti di questo genere siano più facili da lavorare e consentono di ottenere risultati modulabili in base alle esigenze. Per un brand che non si rivolge esclusivamente a professionisti e appassionati la scelta è sicuramente ben ponderata.
Scendendo nel dettaglio tutti gli ombretti hanno un finish luminoso ma delicato. Fanno eccezione Storm e Glyce che hanno una consistenza granulosa e uno shimmer più evidente.
Qualitativamente parlando ho delle perplessità solo su Royale e Glyce. Il primo tende ad applicarsi in modo disomogeneo e sull’occhio appare meno interessante di quanto ci si aspetterebbe da un bel blu pavone. Il secondo ha sviluppato una sorta di patina in superficie che rende difficile prelevare il colore, ma questo potrebbe forse essere dovuto a un mio errore (probabilmente un pennello sporco di qualche prodotto cremoso).
Consiglio vivamente Chocolate Moon, un marrone non troppo freddo e scuro dal riflesso rosato molto interessante e Rea, che è un buon punto di rosso aranciato per chi vuole imparare a usare questo colore sugli occhi. Stupendo anche il borgogna di Rebel, che richiede però qualche attenzione in più perché, se non ben costruito, si trasforma in un più banale marrone.

Comparazioni

Magheia Eyeshadows Comparison/Comparazione

Nonostante abbiano entrambi una nota verde/turchese Under Pressure di Nabla si presenta come più cupo, omogeneo e brillante di Royale. Rebel e Daphne n.2, sempre di Nabla, sono molto simili. Daphne n.2 tuttavia ha un finish più luminoso e riflessi più rosati.

Paris Lipsticks

L’altra linea è quella dei rossetti Paris, anche loro con packaging in cartone. Qui il nome è riportato su un adesivo che sigilla le due parti della confezione, quindi vi consiglio di aggiungere un contrassegno sulla base del bullet per identificare i diversi colori.

Magheia Cosmetics
Magheia Cosmetics

INCI

Pentaerythrityl Tetraisostearate, Octyldodecanol, Octyldodecyl Stearoyl Stearate, Pentaerythrityl Stearate/Caprate/Caprylate Adipate, Polyethylene, Synthetic Beeswax, Candelilla Cera (Euphorbia Cerifera (Candelilla) Wax), Hydrogenated Polyisobutene, Vp/Hexadecene Copolymer, Disteardimonium Hectorite , Propylene Carbonate, Gardenia Tahitensis (tiare) Flower, Cocos Nucifera Oil (Cocos Nucifera (Coconut) Oil ), Prunus Amygdalus Oil (Prunus Amygdalus (Sweet Almond) Oil), Hydrogenated Vegetable Oil, Aroma (flavor), Fragrance (Parfum). MAY CONTAIN (+/-) Ci 77891, Ci 77491, Ci 77492, Ci 77499, Ci 15850, Ci 42090, Ci 19140, Ci 15985.

Per molti sarà un dettaglio marginale, ma vorrei dedicare qualche carattere alla forma concava dello stick. È inaspettatamente comoda e consente di raggiungere la parte più interna delle labbra senza dover ricorrere a un pennello per distribuire il colore.
La texture è cremosa, il colore intenso e omogeneo. Differenze nel finish a parte, non sono (e per fortuna!) rossetti opachi.
Malgrado la formula molto morbida non ho notato migrazioni sospette né accumuli di prodotto. Meno soddisfacente è forse la durata, dato che su di me sbiadiscono facilmente al centro delle labbra mangiando o bevendo, soprattutto se è passato poco tempo dall’applicazione e il colore non ha avuto modo di asciugarsi.
Sono però molto confortevoli e, malgrado le mie labbra delicate e poco tolleranti, non avverto l’esigenza di rimuoverli dopo poche ore come accade invece con rossetti dalla texture più ferma.
Tutte le colorazioni hanno un odore che non riesco a identificare ma che ricorda alla lontana quello dei rossetti anni ’90. Solo Magnifique ha un odore più intenso che percepisco anche dopo l’applicazione e in cui colgo una nota floreale.

Ange

Magheia Cosmetics Ange Swatch

Madame

Magheia Cosmetics Madame Swatch

La gamma cromatica è indubbiamente interessante, soprattutto per un’azienda agli inizi.
Ange è l’immancabile ma pur necessario nude. Lo trovo ben equilibrato, non troppo freddo, non troppo caldo e soprattutto non troppo chiaro.
Madame è forse il mio preferito. È un rosso mattone scuro al limite con il marrone e con una spiccata nota grigia. Sul sito si parla di finish metallico, ma non sono molto d’accordo. Ha una sottile perlescenza, ma è molto più visibile dallo stick che sulle labbra.
Ah, abbiamo menzionato il marrone e quindi arriva puntuale la solita precisazione: il mio incarnato rinnega il marrone ed enfatizza sempre la componente fredda dei colori. Su di voi Madame potrebbe risultare molto più caldo di quanto lo è sulle mie labbra.
Siete pronti per la bellezza di Magnifique? Forse no.
È un rosso freddo dalla spiccata componente blu e con un finish così omogeneo da sembrare quasi vellutato pur non trattandosi di un rossetto completamente opaco. Solitamente sulle mie labbra e sulla mia pelle colori simili si avvicinano pericolosamente al fucsia, ma Magnifique mantiene il suo punto di rosso. Madame, hai un degno rivale nel mio cuore.
Sublime mi sta male. Ma è oggettivamente un bellissimo colore, un viola orchidea con una perla sottile seppur leggermente più evidente di quella di Madame. Anche per Sublime non parlerei di finish metallico comunque.
Dulcis in fundo Extase, il più scuro della linea. È leggermente più morbido degli altri e si stende in modo omogeneo e impeccabile. Quanto al colore il vinaccia riportato dal sito è piuttosto accurato e, non chiamandomi Pantone, dubito saprei fare di meglio.

Comparazioni

Magheia Lipsticks Comparison/Comparazione

La Pastello Pitaya di Neve Cosmetics ha un finish metallizzato più evidente rispetto a quello di Sublime e una base più calda, mentre Alter Ego di Nabla si presenta come più freddo rispetto a Magnifique e con un finish decisamente più opaco.

In conclusione

Trovo che l’offerta iniziale di Magheia Cosmetics sia molto promettente. Ci sono alcune scelte sicure, altre più coraggiose e creative. Avverto la mancanza di ombretti opachi, ma so anche che si tratta di un prodotto che richiede ricerche e sperimentazioni più lunghe.
Al momento il brand è disponibile solo online sul sito magheiacosmetics.com, ma conto che presto possa essere distribuito anche presso rivenditori fisici (sono prodotti che si presterebbero benissimo a una bioprofumeria, imho).
Il costo dei rossetti è di 12€, mentre quello degli ombretti è di 6,90€ per i refill e 8,50€ per la confezione mono di forma ottagonale. La palette magnetica ha un costo di 5€, ma viene omaggiata con l’acquisto di quattro refill. Fino a domenica 25 marzo è applicato su tutta la linea uno sconto del 15% con il codice MAGIA15.
E voi? Incuriositi da questo nuovo marchio? Avete già acquistato qualcosa? Fatevi sentire nei commenti!

Magheia Cosmetics
Magheia Cosmetics

I prodotti menzionati nell’articolo mi sono stati gentilmente omaggiati dall’ufficio stampa di Magheia Cosmetics affinché potessi esprimere la mia valutazione. Ciò non influisce sul mio parere che è e sarà sempre basato sull’esperienza personale e diretta. Il post NON è sponsorizzato.

6 replies to "Get to know: Magheia Cosmetics"

  1. Susanna says:

    Molto interessante! La gamma cromatica non è delle più ampie, ma di sicuro un ordine “pilota” si farà!

    Reply
    • Natalia says:

      Approvo l’ordine pilota! Se si è appassionati e se ne ha la possibilità è sempre utile conoscere nuove formule e nuovi marchi 🙂

      Reply
  2. Alessandra says:

    Hai ragione, su di te i rossetti sono completamente diversi, trovo simile a come sta a me solo Ange, che tra l’altro adoro (lo so, sono ripetitiva). Io ho amato più i rossetti degli ombretti, ma ogni esperienza è soggetti! P.S. Adoro il tuo stile, ho letto tutto d’un fiato la tua recensione: concisa ed esaustiva, bravissima! *-*

    Reply
    • Natalia says:

      Anche io preferisco i rossetti agli ombretti, credo gli siano riusciti meglio!
      Grazie mille comunque, è un onore detto da te <3

      Reply
  3. Linda says:

    I rossetti mi ispirano di più degli ombretti, hanno delle colorazioni molto interessanti!
    La forma concava in effetti sembra agevolare l’applicazione 🙂
    Ottima recensione!

    Reply
    • Natalia says:

      Sì, anche i tre colori più tradizionali sono declinati in modo decisamente interessante.
      Grazie mille, mi fa piacere che i miei post siano utili! 🙂

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *