InBeauty

Fresh Face Essentials

Fresh face essential make-up products

Ogni estate ha i suoi ritorni. L’anticiclone Minosse col cugino Caronte, i servizi di Studio Aperto su improbabili aranciate al sale, e il mio post sui prodotti jolly per simulare un volto estivo malgrado un incarnato da #FFFFFF.
Per la verità questo post era in programma per fine maggio, ma siccome alcuni prodotti citati erano delle novità per me (per di più dei press sample) ho deciso di prendermi qualche settimana in più in modo da dare un parere più esaustivo e utile. Otto settimane sono un po’ troppe però, lo ammetto.

DEWY SKIN

“Facile”, direte voi.
Ehm, no.
Con la mia pelle anche la luminosità diventa un problema. Si lucida difficilmente e se accade è in punti in cui l’effetto è poco piacevole (le occhiaie, non scherzo).
Sagge combinazioni di cipria e illuminante sono la soluzione.
La Flat Perfection Alabaster Touch di Neve Cosmetics* è stata un inaspettato salvavita. Sulla mia pelle dalle poche pretese tiene a bada inaspettate lucidità e fissa sufficientemente il correttore. Non ha un effetto particolarmente levigante, ma regala una luminosità diffusa che minimizza eventuali imperfezioni senza evidenziare zone dalla texture problematica. Se però dovessi indicarvi un motivo per prestare attenzione a questo prodotto sarebbe sicuramente il colore. È molto gialla, e su un incarnato olive aiuta a combattere il tono verde/grigio ravvivando il colorito. Non la consiglierei quindi per carnagioni tendenti al rosa e neanche per quelle molto chiare. Sul mio NC10 post inverno creava un po’ di stacco e anche adesso che ho guadagnato una gradazione in più devo fare attenzione al dosaggio e al posizionamento evitando il perimetro del viso.
Se Neve ne proponesse una versione più chiara non comprerei altro per il resto dei miei giorni.
Per illuminare i punti più alti del viso un tocco di illuminante – appunto – liquido. Negli ultimi giorni sto provando un campioncino del famosissimo Pearl di Becca, ma per il periodo estivo il tocco ramato e senza shimmer di Splendore di Lush resta insuperato nel mio cuore. Anche qui, dosaggio con il contagocce per ottenere solo una maggiore tridimensionalità.

Neve Cosmetics Alabaster Touch
Neve Cosmetics Les Poiseuses Vernissage

BILANCIAMENTO

Avendo un contrasto abbastanza alto devo necessariamente aggiungere qualche elemento ‘forte’ al viso per non apparire, nel complesso, spenta e appassita (il mio nuovo hobby botanico sta influendo pesantemente sul mio vocabolario).
Le sopracciglia aiutano molto a risvegliare la parte alta del viso e farmi apparire più curata. Se non trucco gli occhi abbandono il solito ombretto nero in favore di qualcosa di più leggero che non penalizzi eccessivamente l’occhio. La Brow Divine Neptune di Nabla Cosmetics*, con il suo marrone medio freddissimo, è il giusto compromesso e ha una formula che mi dà anche maggiore sicurezza in caso di un’imprevista partita a tennis. Al sudore resiste, ma per le Converse bianche in terra rossa può fare poco.
Altro punto da bilanciare e definire sono le labbra.
Un tocco di matita sulla parte superiore e poi *musica apocalittica* un gloss.
Fermi tutti. Mi piacerebbe dire che da quando ho provato i Vernissage di Neve Cosmetics ho riscoperto i gloss, ma in realtà un po’ barerei perché per coprenza e formula densa ricordano più dei rossetti liquidi. La regressione ai quattordici anni è ancora lontana, dunque.
Il mio preferito tra i Vernissage, accanto a Tiger in a Tropical Storm*, è Les Poiseuses*.
Un nude. Un nude chiarissimo e coprente. Un nude quasi effetto correttore. *musica apocalittica-bis*
Non mi dispiace applicato in modo pieno, ma lo preferisco semplicemente tamponato. Così facendo il colore è meno intenso e non annulla il tono delle mie labbra ma aiuta a smorzarne la nota rossa che non sempre si accorda a trucco e abbigliamento. In più aiuta le labbra a sopportare meglio il sole e le frequenti somministrazioni d’acqua (vi ho detto dell’hobby botanico, no?).
In foto lo vedete picchiettato sulla matita Spice di MAC, un altro preferito degli ultimi mesi.

Nabla Cosmetics Desire eyeshadow
Nabla Cosmetics Desire eyeshadow swatch

BONUS

Un tocco di luce sulle palpebre ha un che di fresco e giovanile, secondo me.
Di ombretti dalla satinatura leggera è pieno il mondo, ma Desire* di Nabla è uno dei colori più belli in mio possesso. È molto sottovalutato, persino dalla stessa azienda che inserisce la definizione ‘oro rosa’ un po’ ovunque dimenticandosi di averne uno vero e proprio in gamma.
La base è molto delicata, e sul non altrettanto delicato marrone delle mie palpebre è un po’ mortificata. Applicato però su una base correttiva e in modo pieno il colore si rivela in tutta la sua bellezza.
Vi prego, ricordatevi di Desire.

Everyday summer makeup
Fresh face essential make-up products

La mia everyday face estiva si conclude qui. Niente mascara, fondotinta solo se necessario a scelta tra il Face & Body di MAC e il Flat Perfection di Neve Cosmetics.
Voi avete dei preferiti immancabili per l’estate? Un trucco che preferite per tutti i giorni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *